Brunitura

27.02.2019

Un antico processo di finitura del ferro, diffuso soprattutto per trattare le lame di spade e coltelli, non solo per migliorarne l'estetica ma anche per proteggerle nel tempo. 

La brunitura o "bronzatura" è un processo chimico di ossidazione in cui il ferro o l'acciaio (non inox), reagendo con un prodotto chimico acido, trasforma il reticolo della sua superficie facendola diventare appunto "bruna". Il colore nerastro è dovuto al tipo di ossido di ferro che si crea sulla superficie, tale ossido dona anche maggior protezione alla corrosione nel tempo. Per ottenere una lama brunita è sufficiente immergere una lama in una soluzione di cloruro ferrico, la concentrazione non è importante ma determina solo la velocità di reazione. Le nuance di colorazione possono cambiare in base alle miscele usate per il trattamento, difatti assieme o al posto del cloruro ferrico si possono usare altri prodotti o additivi e/o catalizzatori specifici per l'effetto desiderato. Il cloruro ferrico qua riportato, avendo bassa nocività rispetto ad altri, è consigliato per le operazioni fai da te ed è anche facilmente reperibile. La brunitura è una e vera propria arte, accenniamo ad esempio le splendide lame damascate a cui la brunitura dona un effetto venato ancora più elegante.

Se volete cimentarvi nella brunitura di vecchi coltelli assicuratevi prima di sgrassarli per bene, non devono essere toccati dalle dita e non devono apparire aloni, quindi potete immergere solo la lama nella soluzione imbrunente. Attendete qualche minuto e scegliete voi il grado di colorazione che volete raggiungere. Quando avete deciso estraete la lama e sciacquatela abbondantemente con una soluzione alcalina, anche il bicarbonato va bene. Asciugate tamponando meglio che potete verificando che superficie non rilasci più del nero. Può essere che sia necessario re-immergerla nell'acido e ripetere l'operazione. Al termine consigliamo di passare la lama con un olio per aumentarne la lucentezza e preservarlo nel tempo. 

Per l'uso domestico fate attenzione con i coltelli da cucina poichè se non si ha molta pratica nell'eseguire questa tecnica ad hoc, potreste continuare a sentire l'odore dell'ossido che intaccherebbe i cibi.